Tutte le novità digital più importanti di quest’autunno

Come ben sappiamo, è finita l’estate ma le novità digital che ci regala annualmente il vento del web non hanno stagione. L’autunno porta con sé sempre aggiornamenti e nuove notizie da parte del mondo digital, soprattutto lato Google e piattaforme.

immagine random per l'articolo sulle novità digital

Sulla scia degli ultimi articoli dedicati alle novità degli scorsi mesi, abbiamo quindi pensato di raccogliere tutte quelle più importanti per questa stagione autunnale alle porte.

Le più interessanti novità digital di quest’autunno

immagine random per l'articolo sulle novità digital

Gli snippet di Google Features

La prima novità digital di cui vi parliamo è quella legata alla nuova Google Feature, ovvero una feature che serve per catalizzare nell’immediato l’attenzione del lettore sulla parte di contenuto da cui il motore di ricerca va ad estrapolare i testi in anteprima nei cosiddetti featured snippet.

Si tratta, in realtà, di una novità che risale al 2020. Tuttavia, stiamo parlando di una funzionalità che può avere delle influenze importanti sull’esperienza web di quest’anno, soprattutto se pensiamo ai vantaggi strategici nelle campagne di Brand Awareness.

Curiosità: i featured snippet o snippet sono quei riquadri posti in evidenza in cima alla SERP contenenti le informazioni: title, metadescription e URL , ma in ordine invertito. Se parliamo di snippet possiamo inserire nel gruppo anche i cosiddetti rich snippet, che però contengono anche elementi video, immagini o punti elenco.

Instagram lancia “Cerca sulla mappa”

foto del logo di Instagram per l'articolo sulle novità digital

Instagram ha lanciato “Cerca sulla mappa”, una nuova funzionalità finalizzata a scoprire luoghi da visitare o attività commerciali come ristoranti, caffè e parchi, generati in base alla nostra posizione.

Questa funzione, è una delle tante novità digital implementate sulla base dei comportamenti di molti utenti che utilizzano la piattaforma per condividere le foto dei luoghi che visitano attraverso gli hashtag. Un percorso che porta sempre più a raggruppare posizioni per facilitare la localizzazione dei luoghi attorno a noi.

“Cerca sulla mappa” può essere utilizzata attraverso la tab di navigazione, premendo sulla nuova icona della mappa nell’angolo in alto a destra. In alternativa, sarà possibile utilizzarla usando la ricerca degli hashtag.

La funzione sarà inizialmente disponibile in alcuni Paesi selezionati come il nostro, la Spagna, la Grecia e il Portogallo. In futuro, la funzione verrà estesa anche ad altri Paesi come accade spesso durante i lanci di queste funzioni.

Twitter lancia “Communities”

foto del logo di Twitter per l'articolo sulle novità digital

Twitter ha iniziato, nel corso del mese di settembre, a testare Communities, una nuova funzione nata per connettersi e confrontarsi in modo più veloce e diretto con gli utenti che intendono parlare degli stessi argomenti.

Grazie a Communities, gli utenti potranno pubblicare un Tweet direttamente all’interno del gruppo evitando di rivolgersi alla totalità dei loro follower, così da scongiurare la possibilità di esporre punti di vista non interessanti per la propria platea di lettori in quel momento. Allo stesso modo, quindi, solamente i partecipanti alla stessa Community potranno rispondere e unirsi alla conversazione. Una specie di Clubhouse, o almeno lo stesso concetto, solo tramite cinguettii.

Elemento da sottolineare è che, appunto come accade con Clubhouse, i moderatori avranno un ruolo centrale nelle Twitter Communities: potranno redigere delle regole, invitare nuovi utenti o individuare altri moderatori per mantenere la continuità all’interno della conversazione.

Per Twitter, la modalità Communities sarà un modo per sostenere la qualità delle conversazioni e sperimentare nuovi scenari di confronto.

I tanto raccontati Facebook Glasses

immagine della custodia RayBan per le novità digital

L’autunno 2021 potrebbe essere il periodo della svolta per i tanto raccontati occhiali di Facebook nati in collaborazione con RayBan. Una novità digital di tutto rispetto che, però, non ha ancora registrato un notevole successo tanto da poterla rendere un punto di partenza vero e proprio per il prossimo futuro.

Ma spieghiamo prima di cosa si tratta: Facebook, Inc. e Ray-Ban, hanno lanciato a metà settembre Ray-Ban Stories, degli smart glasses che presentano una concezione completamente nuova della fotografia, ma soprattutto della condivisione dei propri momenti quotidiani. Un prodotto dalle incredibili potenzialità per Mark Zuckerberg e Rocco Basilico (Chief Wearables Officer di Ray-Ban), certo, ma sarà lo stesso per le persone?

Facebook ed EssilorLuxottica, capogruppo di Ray-Ban, hanno sviluppato prima di tutto una tecnologia smart indossabile comodamente anche tutto il giorno: al loro interno troviamo il processore Snapdragon integrato che non compromette in alcun modo l’estetica e il peso (di circa 5 grammi).

Altro? Sì. I Ray-Ban Stories integrano una dual camera da 5 MP con funzionalità foto e video, auricolari open-ear oltre che un sistema audio composto da tre microfoni per riprodurre suoni e voce in alta qualità durante le telefonate e i video.

Gli occhiali verranno lanciati insieme a un’app integrativa chiamata Facebook View (per iOS e Android), che servirà a importare, condividere ma anche modificare i contenuti creati con gli smart glasses, per poi importarli sullo smartphone e a loro volta ricondividerli su tutte le piattaforme social.

“Questo prodotto rappresenta un punto di svolta e dimostra che i consumatori non sono costretti a scegliere tra tecnologia e moda: possono vivere appieno ogni momento e rimanere connessi, tutto questo indossando i loro Ray-Ban preferiti. Il nostro approccio esclusivo, che coniuga decenni di eccellenti lavorazioni artigianali, spirito di innovazione e impegno a proporre solo  tecnologie all’avanguardia, ci ha permesso di creare dispositivi wearable che tutti ameranno indossare. Ray-Ban Stories nasce per aiutare le persone a vivere ogni momento rimanendo in contatto sia con chi le accompagna, sia con chi è distante. EssilorLuxottica è stata un partner a dir poco fenomenale e, grazie al suo impegno per l’eccellenza, siamo riusciti a creare un prodotto elegante e di qualità capace di ridefinire le aspettative nel campo degli smart glasses. Stiamo lanciando un modo del tutto nuovo di rimanere in contatto con il mondo e vivere intensamente i momenti più importanti della vita, senza rinunciare allo stile”.

Andrew Bosworth, Vice Presidente di Facebook Reality Labs.  

Telegram si rinnova: dirette e nuovi temi

immagine di un telefono su Telegram per le novità digital

Telegram ha appena pubblicato i suoi ultimi aggiornamenti che gli utenti potranno sperimentare in questo autunno. Stiamo parlando della possibilità di creare una registrazione delle dirette streaming ma anche dei nuovi temi per singole chat e soprattutto della conferma di lettura dettagliata nei gruppi.

Ma cosa significa tutto ciò? Entriamo subito nel merito: su Telegram è possibile creare eventi dal vivo ospitando un numero illimitato di spettatori. Proprio per questo esiste anche la possibilità di registrare le dirette streaming e le chat video per poi ripubblicarle per chi non ha seguito l’evento e vuole rivederlo in seguito.

Per avviare la registrazione delle dirette streaming basta poco: serve andare nel menu della Diretta streaming oppure della Chat video e scegliere tra le opzioni per la registrazione video e audio, oppure solo audio. Gli amministratori possono selezionare anche l’orientamento finale del video, orizzontale o verticale, mentre alla fine della registrazione il file verrà caricato nella sezione Messaggi salvati.

Gli utenti Telegram potranno godersi anche gli otto nuovi temi per le chat individuali. Ciascuno di questi otto nuovi temi è caratterizzato dalla presenza di bolle colorate nei messaggi, sfondi animati e motivi unici. Per impostarli si dovrà toccare il titolo della chat e poi Cambia colori. La persona con cui stiamo parlando vedrà il tema solo se ha aggiornato all’ultima versione di Telegram, mentre ciascun tema sarà fornito di una versione diurna e notturna.

Anche la schwa sbarca sulla tastiera dell’iPhone

immagine di un iPhone per l'articolo sulle novità digital

Il 20 settembre Apple ha reso disponibile iOS 15, il nuovo sistema operativo per i telefoni iPhone. Nell’aggiornamento di sistema è stata introdotta la possibilità di digitare il simbolo simbolo fonetico ə, ovvero la schwa, lettera che attualmente viene utilizzata da molti per sostituire la desinenza maschile plurale e includere contemporaneamente uomini e donne, ma anche per identificare chi non si riconosce nel binarismo di genere.

Per digitarla basterà, come accade con tutte le altre lettere, tenere premuta sulla tastiera la lettera “e”: fatto ciò, compariranno delle varianti tra cui appunto anche la schwa.

Una delle novità digital più importanti degli ultimi anni se si considerano gli aspetti sociali ed etici dietro questa scelta.

Condividi la tua opinione