Tutte le più importanti novità digital del mese di luglio

Il mondo del digitale ci presenta sempre grandi sorprese e le novità digital in arrivo nel mese di luglio sono la dimostrazione che ogni mese ci porta in dote qualche cambiamento.

Tra social media e motori di ricerca, tool e web in generale, algoritmi e sviluppatori lavorano incessantemente per aggiornare e modificare la nostra Journey digitale e questo è ciò che rende il settore un vero e proprio motore che non si spegne mai ma procede sempre a mille giri.

Un motivo in più per tenersi sempre aggiornati, sia lato marketer che clienti, con l’obiettivo di comprendere al meglio le variabili e i cambiamenti che avvengono nel mondo del digitale ed essere consapevoli delle conseguenze che possono portare alla nostra esperienza nel web di tutti i giorni.

Ecco, perciò, tutte le novità digital di luglio.

Uno sguardo sulle più importanti novità digital di luglio

I nuovi tool digitali

Nella selezione dei nuovi strumenti digitali del mese, spicca forte il tema della sostenibilità e dell’ambientalismo, che sta piano piano (e fortunatamente) diventando predominante nelle strategie dei brand ma soprattutto nell’elaborazione dei tool digitali da parte di ideatori e sviluppatori.

In questo senso, Musica Verde è un tool che nasce per provare ad aiutare il pianeta in modo semplice e completamente accessibile. Aggiungendo This song plants trees alle proprie playlist Spotify, ogni 100 ascolti verrà piantato un albero. Si tratta del primo albero MP del mondo, nato con l’obiettivo di dare un risvolto sostenibile anche allo streaming digitale.

Le novità introdotte da Google

Anche Google è sempre in aggiornamento e nel mese di luglio non è da meno. Ecco che infatti arriva il nuovo core update, con un processo che è partito nella prima metà del mese. Per gli operatori del settore, dai siti più ampi a quelli meno complessi, si tratta di una nuova veste che porrà standard sempre più elevati. Al centro ci sarà sempre l’utente, cuore del sistema basato sulle ricerche.

“L’obiettivo dichiarato di Google è quello di migliorare costantemente i risultati mostrati ai propri utenti, intercettando al meglio il loro intento di ricerca. E’ quindi fisiologico che periodicamente intervenga con degli aggiornamenti per raggiungere il suo scopo. Gli update in realtà sono stati più di uno e non era mai capitato fossero così frequenti nell’arco di così breve tempo”.

“Le novità più rilevanti possono essere riassunte così: qualità, credibilità e prestazioni. Quei siti che pubblicano contenuti originali, interessanti e qualificati su un determinato argomento, difficilmente saranno puniti. Soprattutto se capaci di offrire anche una positiva esperienza di navigazione all’utente. Anzi, questo genere di siti sono destinati a veder crescere il loro traffico, proprio a discapito di quelle realtà poco credibili che Google invece intende punire. Parliamo di quei portali poco credibili, con una limitata autorevolezza, magari verticali su un determinato argomento, che pubblicano contenuti di scarso o dubbio valore. Negli anni, magari, hanno cavalcato l’onda della SEO, producendo contenuti altamente ottimizzati per i motori di ricerca, capaci di veicolare migliaia o milioni di utenti verso quel determinato sito”.

“Utenti e visualizzazioni sono l’obiettivo di tutti i siti, grandi e piccoli. Per anni Google ha invitato editori e publisher a concentrarsi sulla qualità del contenuto. Chiunque operi nel settore a certi livelli sa ormai da un decennio che alcune pratiche vanno assolutamente evitate, come ad esempio copiare i contenuti, riportare brevissime notizie (magari di altri), tradurre letteralmente da altre lingue o pubblicare testi fuorvianti (fake news, clickbait, etc.). Regole ancora oggi validissime che, però, potrebbero non essere più sufficienti per assicurarsi la giusta visibilità tra i risultati del motore di ricerca”

Gianluca Capirasio, SEO Manager di Key Format

Letture smart per l’estate

screen della novità digital del mese Readbit

Sotto l’ombrellone si potrà ascoltare un libro con più velocità e in modalità responsive? La risposta è sì, e non solo per i modelli già presenti come Audible. La vera novità digital di luglio sta proprio qui, in una nuova piattaforma chiamata ReadBit. L’app porterà a risparmiare centinaia di ore di lettura per gli appassionati dell’audio grazie ad una fruizione text-to-speech in grado anche di creare riassunti dei testi più lunghi. Si potranno caricare o scansionare libri e documenti per ascoltarli in qualunque occasione.

Google e turismo: ecco “Destination Insights”

Google Destination Insights è un nuovo strumento che permette di ottenere informazioni utili per esplorare e monitorare le tendenze di viaggio. Per andare incontro alle esigenze degli operatori del settore turistico, quindi, Google ha deciso di sviluppare un’interessante idea che ha come obiettivo quello di permettere agli utenti di ottenere informazioni utili per conoscere la domanda turistica nel tempo e monitorare i trend.

Ecco che, proprio attraverso questa piattaforma, imprenditori, agenzie di viaggio e istituzioni locali o nazionali potranno osservare l’andamento della domanda per prendere decisioni di business e di marketing sulla base di informazioni e insight consultabili in tempo reale. Un modo per creare strategie pensate, fondate ma soprattutto che possano durare nel tempo con efficacia. Cosa che non è assolutamente scontata, soprattutto in questo periodo di incertezza nonostante Green pass e vaccini.

Un tool che appartiene al nuovo Travel Insights with Google, guida che raccoglie informazioni e strumenti utili per raggiungere i viaggiatori e si mette a completa disposizione di strutture ricettive, operatori del turismo e agenzie di viaggi. Un modo per rendere il digitale ancora più essenziale anche nel settore travel.

L’importanza della gamification nella sostenibilità di brand

Torniamo ancora sulla sostenibilità e parliamo di quest’altra novità digital, un tool molto interessante che si occupa della riforestazione. Si chiama Forest, appunto, e si tratta di un’app che pianta un albero ogni volta che hai bisogno di concentrarti su qualcosa. Lo fa crescere se riesci a rispettare il tempo necessario, soprattutto, ed elemento ancora più importante è che per ogni gettone guadagnato viene piantato un vero albero. Un’esperienza concreta che aiuta a contribuire seriamente a un problema che continua ad esistere e non deve lasciare indifferenti. Soprattutto a chi si occupa di innovazione e transizione digitale.

E per gli utenti appassionati di Clubhouse…

foto di un telefono su Clubhouse

Arriva un tool che sorprende, per quanto riguarda l’app che sembrava in discesa e invece nelle ultime settimane sta risalendo e “reclutando” nuove forze. Stiamo parlando di Floral Zebra, l‘app che permette agli utenti di avere una conversazione di testo su una chat audio. Nel frattempo, il sistema di “upvoting” prosegue nel mostrare le domande o i commenti più interessanti e importanti, come accade negli altri social media con la sezione “commenti più pertinenti” o “più recenti”.

Condividi la tua opinione