Amazon Luxury Stores: la nuova sezione del gigante dell’e-commerce

Disponibile per ora solo per i Prime Members negli Stati Uniti, Amazon Luxury Stores è una nuova sezione del colosso dell’e-commerce che si propone come posizionamento nel mercato del lusso.

Amazon Luxury Stores per Oscar De La Renta

Questa nuova funzione, infatti, potrebbe riposizionare Amazon rendendolo una nuova tappa per gli shopper online del mondo luxury, cambiando anche il ruolo dei gestori e-commerce. Una svolta importante, quindi, che prepara uno scenario in cui le conseguenze nel marketing potrebbero riguardare molto gli investimenti economici e di impegno identitario dei singoli brand, soprattutto nel digitale.

Ma come funziona Amazon Luxury Stores? Ecco un piccolo approfondimento e tutto quello c’è da sapere.

Amazon Luxury Stores: posizionamento e nuovi mondi per il colosso di Jeff Bezos

Come anticipato nel primo paragrafo, per accedere alla nuova sezione è necessario essere negli Stati Uniti, con un “piccolo” particolare: la sezione non è aperta a tutti i residenti degli Stati Uniti, ma solo a chi ha ricevuto l’invito dal Tycoon americano Jeff Bezos.

immagine di una modella per l'articolo su Amazon Luxury Stores

Nonostante il forte carattere di novità, sono già numerosi i brand di lusso presenti sulla piattaforma: il grande protagonista è Oscar De La Renta, per esempio. Attraverso l’iniziativa di Amazon, lo stilista ha dato accesso anticipato a una nicchia di utenti alla nuova collezione FW 2020. Il lancio del progetto è stato comunicato con un video condiviso sul profilo Instagram del brand con protagonista Cara Delevingne.

Le altre presenze, ancora poco chiare, saranno un mix di nomi emergenti e importanti, come dichiarato già dai vertici di Amazon. (“Well-established and sought-after emerging luxury brands”)

In termini di integrazione digitale, questa svolta potrebbe portare il mercato occidentale a evolversi come è già successo in Cina e in tutto l’oriente, dove l’utente non è più interessato a portare a termine il suo acquisto su un sito di tipo proprietario. Questo perché, appunto, c’è la tendenza generale a correre direttamente su Tmall (altra importante piattaforma che per ora fa da unico forte concorrente in questa sfida luxury ad Amazon, ne parleremo) a cercare il singolo prodotto ed acquistarlo a prezzo vantaggioso al migliore reseller.

L’idea di aggregare tutto il mondo del lusso in una sola piattaforma è una svolta importante, che però ha ancora tanti punti interrogativi di fronte a sé. La questione dell’esperienza utente, come abbiamo detto poche righe fa, potrebbe evolversi e coinvolgere nuovi concetti di Customer Journey, mentre saranno importanti però anche gli investimenti portati avanti dai singoli brand sia in termini di web marketing che di strategie generali.

Con questo cambiamento, sicuramente i brand di lusso saranno più portati a investire una parte dell’effort economico e strategico verso la nuova vetrina di Amazon, dopo un’epoca in cui sostanzialmente tutti gli sforzi viravano sui siti proprietari.

Un cambio di rotta molto significativo, se pensiamo che le strategie cross-channel dei brand hanno sempre preso la strada Instagram-sito proprietario sia per calcolare le conversioni che per monitorare il ROI. D’ora in poi, perciò, non ci sarà solo un’unica fonte di informazioni e raccolta dati (il percorso appena descritto) ma anche le analisi del Luxury Store di Amazon, appunto.

Ascoltiamo e impariamo sempre dai nostri clienti e siamo ispirati dai feedback dei membri Prime che desiderano acquistare i loro marchi di lusso preferiti nel negozio di Amazon. Siamo entusiasti di offrire ai marchi di lusso i servizi e la tecnologia per costruire un’esperienza stimolante ed elevata. È ancora il primo giorno e non vediamo l’ora di far crescere gli store, innovare per conto dei nostri clienti e aprire una nuova porta ai designer di tutto il mondo per accedere ai clienti del lusso esistenti e nuovi”.

Christine Beauchamp, presidente di Amazon Fashion.

“Oscar de la Renta è entusiasta di collaborare con Amazon per il lancio di Luxury Stores”In qualità di leader globale nella vendita al dettaglio, Amazon si concentra incessantemente sul miglioramento dell’esperienza del cliente attraverso l’innovazione costante, utilizzando la tecnologia e il feedback dei clienti. Non vediamo l’ora di raccontare la storia del nostro marchio attraverso questa experience”.

Alex Bolen, ceo della maison.

Per quanta riguarda i prossimi passi del settore Fashion di Bezos, però, Amazon Luxury Stores ha in serbo una nuova importante partnership: l’e-tailer ha infatti siglato una collaborazione con il British Fashion Council per il lancio di una vetrina digitale dedicata a piccoli e medi stilisti britannici attiva sulle piattaforme web Amazon in Uk, Germania, Francia, Italia e Spagna e nel Regno Unito. Il progetto si chiama Amazon Fashion X London Fashion Week e permetterà ai designer di disporre dei servizi di consegna Amazon e mostrare le loro collezioni a milioni di clienti, inclusi i membri Prime.

Condividi la tua opinione