Creatività, innovazione e tecnologia: i film e documentari da vedere

Design, tecnologia, innovazione culturale, creatività, digitale, sociologia, fotografia e scrittura: il mondo è pieno di pionieri che hanno lasciato il loro segno, inaugurando nuove ere e possibilità, e lo hanno quasi sempre fatto durante grandi momenti di difficoltà.

immagine di una lampadina al tramonto come simbolo di creatività

Tra il 1665 e il 1666, per esempio, il matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo, storico e alchimista inglese Isaac Newton condusse degli esperimenti che portarono alle rivoluzionarie teorie sulla luce e sulla gravità. Tutto ciò, però, avvenne in circostanze molto particolari: era l’anno della grande epidemia di peste che decimò la città di Londra e per sfuggire al contagio lo scienziato, allora 24enne, si era rifugiato nella tenuta di campagna di proprietà della madre. Una quarantena volontaria che avrebbe, insomma, rivoluzionato per sempre il mondo della scienza.

Se avete dei dubbi su cosa guardare durante questo periodo di quarantena, ecco una lista di consigli su alcuni film e documentari di genere da vedere assolutamente. Per il vostro bene e per la vostra mente.

Ecco perché, proprio come Sir Newton, si può pensare a questa libertà violata come un modo per trovare ispirazione e luce in mezzo al buio.

Creatività, innovazione, tecnologia… Tutto quello che c’è da vedere in questa quarantena

La mente svelata, con Emma Stone. 2019, Netflix.

Abstract, the art of design. Con Olaffur Eliasson, Neri Oxman, Ruth E. Carter. 2019, Netflix.

Il pensiero creativo, di David Eagleman. 2019, Netflix.

Dentro la mente (di Bill Gates). 2019, Netflix.

The Great Hack: privacy violata, di Karim Hamer e Jehane Noujain. 2019, Netflix.

The Big Short, di Adam McKay. 2015.

The Social Network, di David Fincher. 2010.

The Theory of Everything, di James Marsh. 2014.

The Imitation Game, di Morten Tyldum. 2014.

Startup.com, di Jehane Noujaim e Chris Hegedus. 2001.

The Startup Kids, di Vala Halldorsdottir, Sesselja Vilhjálmsdóttir. 2012.

Something Ventured, di Dan Geller e Dayna Goldfine. 2011.

Steve Jobs – One Last Thing, di Mimi O’Connor e Sarah Fanthorpe. 2011.

E-dreams, di Wonsuk Chin. 2001.

Thank you for smoking, di Jason Reitman. 2005.

The Joneses, di Derrick Borte. 2010.

Come ti vendo un film – The greaters movie ever sold, di Morgan Spurlock. 2011.

The Age of Big Data, BBC. 2013.

Offline is the new luxury, di Bregtje van der Haak. 2016.

Life in a day, di Ridley Scott, Kevin MacDonald e Loressa Clisby. 2011.

Grand Designs, di Kevin McCloud. 1999, Netflix.

Minimalism: A Documentary About the Important Things, di Matt D’Avella. 2016, Netflix.

Kings of Pastry, di Chris Hegedus e D.A. Pennebaker. 2009.

Marina Abramović: The Artist is Present, di Matthew Akers e Jeff Dupre. 2012.

Bill Cunningham New York, di Richard Press. 2010.

Jiro Dreams of Sushi, di David Gelb. 2011.

Strange Powers: Stephin Merritt and The Magnetic Fields, di Kerthy Fix e Gail O’Hara. 2010.

Ai Weiwei: Never Sorry, di Alison Klayman. 2012.

The Mexican Suitcase, di Trisha Ziff. 2011.

Manufactured Landscapes, di Edward Burtynsky. 2010.

Richard Avedon: Darkness and Light, del programma American Masters. 1996.

What Remains: The Life and Work of Sally Mann, di Steven Cantor. 2005

Bitcoin: The end of money as we know it, di Torsten Hoffman. 2015.

Deep web, di Alex Winter. 2015

I Am Satoshi, di Tomer Kantor. 2014.

We are legion, di Brian Knappenberger. 2012.

Triumph of the nerds, di Paul Sen. 1996.

Pirates of Silicon Valley, di Martyn Burke. 1999.

Underground the Julian Assange story, di Robert Connolly. 2012.

Il Quinto Potere, di Bill Condon. 2013.

Il postino, di Michael Redford e Massimo Troisi. 1994.

Indie Game: The Movie, di James Swirsky e Lisanne Pajot. 2012.

We steal secrets, di Alex Gibney. 2013.

Condividi la tua opinione