Le tendenze Instagram più importanti del mese di agosto

Conoscere i trend e le tendenze di un mese specifico ci aiuta a formulare e pianificare una corretta digital strategy. Ma quali sono le nuove tendenze Instagram per il mese di agosto?

Prima di un po’ di meritate ferie, è giusto sapere quali saranno i trend di questo ultimo mese estivo.

Immagine per l'articolo sulle tendenze Instagram

Instagram presenta costantemente novità ed aggiornamenti della piattaforma, che soprattutto negli ultimi 2 anni è cambiata e si è evoluta continuamente per stare al passo con le ultime tendenze. Ogni nuova funzionalità introdotta, inoltre, ha permesso anche ai brand di avere nuovi strumenti a disposizione.

Le tendenze Instagram di agosto: le stories

Foto di una persona che fa una stories, tendenze Instagram

Più storie, meno post: è questo il trend in ascesa per quanto riguarda la pubblicazione di contenuti. Secondo gli ultimi report diffusi da Instagram, infatti, sono circa 500 milioni gli spettatori giornalieri.

Anche una ricerca condotta da Instagram in Indonesia, Stati Uniti, Gran Bretagna e Brasile conferma questa direzione: le stories sono diventate il ​​luogo in cui le persone tengono d’occhio quotidiamente i loro amici e familiari.

La causa principale di questo trend? L’eliminazione da parte della stessa piattaforma dell’ordine cronologico dalle pubblicazioni sul feed. Questa decisione ha portato le persone a consultare le stories per fruire di contenuti in tempo reale.

Altri dati della ricerca recente di Instagram spiegano come la maggior parte degli utenti, attualmente, consideri il feed di Instagram come un luogo in cui reperire informazioni o scoprire prodotti e brand. Così, un marketer potrebbe utilizzare il feed per far conoscere alle persone o condividere aggiornamenti su un brand o prodotto, mentre con le storie rendere fondamentali i coinvolgimenti degli utenti con i contenuti in tempo reale.

Le tendenze Instagram di agosto: la sezione esplora cresce

La sezione Esplora di Instagram è visualizzata da oltre 200 milioni di utenti giornalieri. In questo momento, le opzioni selezionabili nel menù di Esplora permettono una fruizione dei contenuti a 360°: IGTV, Vetrina e argomenti scelti in base alle vostre preferenze.

L’area Esplora manterrà una costanza nei numeri e nella continuità di afflusso, con i contenuti degli utenti schematicamente distribuiti attraverso il classico algoritmo. A livello di fruizione, nell’ultimo periodo questa sezione funge sempre più da utile “cuscinetto” all’interno del social media.

Stories creative

Negli ultimi anni è stato sempre possibile progettare video e contenuti che si potessero adattare anche a momenti di riproduzione in cui gli utenti non hanno l’audio on.

Ancora oggi progettare contenuti di questo tipo è importante ma non fondamentale, soprattutto dopo un recente studio condotto da Facebook e Instagram che ha scoperto quanto gli spettatori amino contenuti in cui sono presenti voice over e musica. Attualmente, circa il 60% delle stories vengono visualizzate con audio attivo con percentuali di visualizzazione molto più alte rispetto alle stories senza audio.

Contenuti interattivi

Sondaggi, domande, conto alla rovescia e attivazioni della chat hanno dimostrato di stimolare sempre un maggiore coinvolgimento all’interno delle Instagram Stories, rendendo l’interazione con questi contenuti e la permanenza degli utenti sempre più duratura.

In particolare gli elementi interattivi come sondaggi e domande avvicinano le persone ai brand, consentendo loro di partecipare ad un pensiero condiviso sentendosi così parte attiva della discussione.

Ora Instagram sta permettendo l’utilizzo di questi stickers anche all’interno delle inserzioni sulle stories, con lo scopo di invitare i brand ad interagire anche con un pubblico che vada oltre i propri follower.

Shopping

Con oltre 130 milioni di utenti che ogni mese, è previsto (e prevedibile) che il prossimo passo della piattaforma vada nella direzione dell’acquisto diretto senza abbandonare Instagram. Vi ricordate quando lo scorso marzo era stata implementata questa funzione in beta con 20 marchi negli Stati Uniti, con brand del calibro di Adidas, Burberry e Nike? Il futuro è vicino. 

Gli utenti non dovranno più usare il browser quando vogliono effettuare un acquisto, mentre grazie alle informazioni di pagamento protette in un unico posto avranno la possibilità di acquistare dai brand senza dover effettuare l’accesso e inserire informazioni in maniera continua.

I tag shoppable influncer

Instagram ha deciso di introdurre i tag dei prodotti all’interno dei loro post, acquistarli direttamente con Instagram Checkout nei paesi in cui è già attiva la funzione.

Alcune pagine o influencer su Instagram stanno sfruttando questa opportunità: da Chiara Ferragni a Vogue e Kylie Jenner. Ad oggi, possono solo taggare le aziende che partecipano al programma di beta Checkout. Ma altri brand saranno disponibili fra poco.

Instagram anti Bot

Instagram da diversi mesi che ha iniziato un programma per rendere maggiormente trasparente la piattaforma e combattere gli abusi. Primo obiettivo, smacherare i falsi influencer e tutte quelle aziende che vendono servizi di crescita online.

Con il test che elimina la visibilità dei mi piace, inoltre, Instagram sta iniziando una vera e propria campagna social(e) per eliminare “l’effetto gregge” che spesso spinge gli utenti a mettere mi piace ad un contenuto solo perchè ha già un numero considerevole di likes.

Una scelta che spinge sempre di più a ridurre le vanity metrics e a favorire profili dalla reale capacità di condivisione e creazione contenuti.

L’Instagram delle imperfezioni

Bellezza e perfezione principesca vi hanno stufati? Non preoccupatevi, perchè Instagram è corso in vostro soccorso. O almeno i trend del social media.

Se Instagram da sempre è stata infatti la piattaforma della perfezione con corpi perfetti in luoghi perfetti e con vite perfette, da qualche mese si stanno intensificando trend che vanno nella direzione opposta.

Sono sempre più diffusi i profili che preferiscono condividere piccoli inestetismi e farsi ritrarre così come sono nella realtà, senza l’utilizzo di modifiche. Un’ identità autentica che poco si è vista nel mondo dei social media in generale, fin dalla loro nascita.

Condivisione multi-canale

Con la condivisione dei post all’interno delle storie e delle anteprime di un minuto dei video IGTV pubbicate nel feed, Instagram vuole un maggiore collegamento tra i diversi format e canali.

Nel corso di questa seconda metà del 2019 è prevedibile, perciò, un maggior numero di contenuti condivisi tra i diversi posizionamenti offerti da Instagram, per cercare di aumentare le visualizzazioni in differenti stream.

Le influenze degli altri social media: il caso di Tik Tok

Screen di una sfida Tik Tok

Nel feed esplora di Instamgra compaiono sempre più sfide popolari di TikTok in maniera organica. Non ci stupiremmo, quindi, se Instagram tentasse di promuovere di più questi video che molto spesso rappresentano delle vere e proprie ispirazioni per la creazione di contenuti originali.

Dal punto di vista dell’utilizzo, rimane attivo sempre il più recente aggiornamento: lo scorrimento orizzontale è stato sostituito da quello verticale. Inoltre, un algoritmo accoda automaticamente il video successivo che sarà visualizzato.

Dark social e Instagram Direct

Con il termine Dark social si intendono i contenuti privati che gli utenti si scambiano sui social tramite direct message. L’Instagram Direct è migliorato molto, permettendo di inviare qualsiasi tipo di media e diventando una valida alternativa a WhatsApp e Messenger. Grazie ai dati misurabili sul social potremmo sapere quanti salvataggi e quante condivisioni otterranno i nostri post.

La parte relativa alla messaggistica migliorerà ancora aggiungendo nuove funzioni per il salvataggio e per la condivisione dei contenuti, o per la creazione di liste di desideri per gli acquisti.

Le ads sbarcano sulla tab esplora

Facebook è pronto a monetizzare uno degli spazi più ambiti di Instagram.

Gli annunci ads non compariranno direttamente in mezzo ai contenuti proposti all’utente, ma soltanto dopo che quest’ultimo avrà cliccato su un contenuto di suo interesse e scrollato tra i post correlati proposti.

Un modo di Instagram per essere meno invasivo possibile, offrendo ai brand la possibilità di occupare uno spazio ambito e senza bombardare di pubblicità diretta l’utente.

Ma come si inseriscono gli annunci nella tab Esplora?

Instagram Explore avrà un suo posizionamento dedicato selezionabile dagli inserzionisti: il roll out dovrebbe avvenire globalmente nelle prossime settimane e mesi.

Share your thoughts