Shots X Cà Maiol: la nuova campagna social #GirlsLovingCàMaiol

Matteo Shots.it

Matteo Mario

#GirlsLovingCà Maiol è la nuova campagna social sviluppata da Shots per Cà Maiol e dedicata alla festa della donna. Una campagna che vuole celebrare le donne con le donne, per renderle vere protagoniste di singoli momenti di vita anche attraverso un semplice gioco di storytelling e fotografia.

Girls Loving Cà Maiol: dodici donne, dodici storie

immagine della campagna social Cà Maiol Girls Loving Cà Maiol

Tutto parte da dodici fotografie e dodici storie, scandite settimana per settimana: dodici ragazze che, durante un momento conviviale, ci guardano, sorridono, o volgono lo sguardo verso un punto fisso pensierose all’interno di un set di vita quotidiana (un tavolo, un terrazzo, una finestra).

Ogni fotografia, in questo senso, racconta una sua storia, e di conseguenza ogni ragazza ritratta ha una sua storia da raccontare. Il momento conviviale diventa per loro (ma in realtà potrebbe diventarlo per tutti) un momento spensierato nel quale possono esprimere loro stesse, raccontarsi, ma soprattutto raccontare la propria storia agli altri. Questa storia, allo stesso tempo, non è necessariamente qualcosa di lungo e difficile, tortuoso o complesso, ma racchiude un semplice racconto delle loro passioni, dei loro interessi, di quello che amano fare o di quello che non sopportano.

Un modo per raccontare come le persone possano realmente (e spontaneamente) identificarsi con sensazioni ed emozioni quotidiane, soprattutto in uno di quei momenti in cui sembra sempre più difficile distinguersi davvero da ciò che abbiamo intorno e dalle persone che ci circondano. Una vera e propria real life tra un bicchiere di vino e uno sguardo perso. Un riscatto quotidiano fatto di semplicità.

Girls Loving Cà Maiol: donne che raccontano donne

immagine della campagna social Cà Maiol Girls Loving Cà Maiol

Un riscatto quotidiano ma soprattutto uno scatto quotidiano fatto dalle fotografe e content creator Benedetta Mariotti e Melina Weger: due donne che fotografano altre donne. Donne sensibili e di talento che hanno raccontato, con i loro scatti appunto, ciò che realmente sta dietro ai momenti spontanei e la spensieratezza quotidiana di una giovane donna che commenta la vita. 

Ma chi è questa ragazza ritratta? Cosa vuole raccontarci? Perché si deve sentire speciale? In un modo molto semplice e diretto, il soggetto può raccontarsi con leggerezza (ma non superficialità, attenzione) anche durante il momento conviviale e spensierato per eccellenza (l’aperitivo) e può farci proiettare in una storia di vita speciale: tante particolarità o diversi spunti, in questo caso relativi proprio al soggetto e al suo piccolo grande mondo.

immagine della campagna social Cà Maiol Girls Loving Cà Maiol

Uno storytelling che, invece di puntare su un “8 marzo tutti i giorni”, si lancia su un concetto tanto semplice quanto ancora sottovalutato da molti: ogni ragazza ha qualcosa di speciale da raccontare, ma proprio perché conserva sempre qualcosa di speciale dentro di sé, anche in un momento leggero come l’aperitivo. È proprio per questo che, come conferma il titolo, “Girls Loving Cà Maiol”. Perché anche durante l’aperitivo una donna può sentirsi libera di dire chi è e cosa vuole, senza prendersi troppo sul serio.

immagine della campagna social Cà Maiol Girls Loving Cà Maiol

Il progetto #GirlsLovingCàMaiol diventa così un’operazione innovativa tra i brand di vino, perché non concentra l’attenzione esclusivamente sulla bottiglia ma sul modo di godere di essa. Un modo che non passa solo attraverso il semplice gusto del vino, ma dalla singola esperienza che racchiude il momento del cheers.

In questo caso, un cheers in cui gusto ed identità sono accompagnati da ciascuna donna e i suoi racconti. Valorizzare il consumo femminile del vino e fare leva su una nuova forma di comunicazione, fresca e coinvolgente: questi sono i principali scopi di una campagna che, attraverso ogni scatto, intende parlare direttamente e personalmente al suo pubblico di riferimento (esempio lampante è la prima persona utilizzata in ogni copy) presidiando la dimensione social attraverso nuovi strumenti e differenti scenari.

Il racconto intimo e personale di un’esperienza quotidiana, insomma, terminata con il miglior finale possibile: un aperitivo. O, meglio, un aperitivo Cà Maiol.

immagine della campagna social Cà Maiol Girls Loving Cà Maiol
immagine della campagna social Cà Maiol Girls Loving Cà Maiol

Share your thoughts