La street art subacquea di Blub che ha fatto il giro d’Italia

Matteo Shots.it

Matteo Mario

Blub è uno street artist noto per i celebri ritratti con maschera da sub. L’artista, che da anni nasconde la sua identità e dissemina opere in tutto il mondo, ha girato l’Italia con il suo “L’arte sa nuotare”.

quadro di Blub L'arte sa nuotare

Il progetto “L’arte sa nuotare” immerge in acqua personaggi storici di valore muniti di maschera da sub che, con il loro operato e talento, tramandano la loro grandezza fino ad oggi.

Il messaggio? Nonostante ci si possa trovare in un mare di difficoltà, abbiamo sempre le risorse per trovare soluzioni, e l’arte è una di queste. 

Blub Mantova Madonna del Raffaello

Blub ha portato le sue opere “acquatiche” in Europa ed Italia: AmsterdamRoma, Milano, Firenze, Palermo, ma anche Cremona, Mantova e Napoli. Nel caso di quest’ultima, l’obiettivo è stato quello di riqualificare alcuni angoli degradati. 

“Sono immersi in acqua, non importa se di un oceano o in piscina. Dall’elemento acqua nasce la vita, il lato nascosto della materia, l’emozione positiva è l’accettazione e l’accoglienza. Quando sei sott’acqua non c’è peso, il tempo si ferma, i pensieri se ne vanno e fluttui in simbiosi con questo elemento, in un’altra dimensione. In questa dimensione sospesa ripropongo i personaggi che con il loro esempio hanno lasciato un segno di grandezza che sopravvive ancora oggi. Senza tempo”.

Blub, intervista ad Artribune

quadro di Blub L'arte sa nuotare
quadro di Blub a Mantova con Dalì

Create sulla base di un’originale piastra metallo o tela, i disegni sono fatti con tecnica ad acrilico. Blub, nel corso di alcune interviste, ha però definito migliori le basi di metallo perchè “arrugginite” e “piene di storia da raccontare”.

Interventi realizzati quasi sempre attraverso la tecnica della poster art o paste up, che non vanno a impattare l’aspetto urbano in maniera invadente perché vengono inseriti su sportellini del gas o della luce.

A Spaccanapoli, per esempio, sono comparsi Giuseppe Verdi, i Duchi di Urbino, un Gesù accanto all’ingresso della Cappella del Cristo VelatoTotò e Carlo III di Borbone. Ma anche la Venere di Modigliani, Il bacio di Klimt, una Madonna con Bambino in via San Gregorio Armeno.

Blub Napoli Totò
Blub Venere Siriana L'arte sa nuotare

Nessuno, al di fuori del mondo della street art, conosce l’identità di Blub: è toscano e ha incominciato le incursioni cittadine nel 2013 a Firenze, per poi diffondersi nelle principali città italiane ed europee appunto.

Blub Van Gogh Amsterdam

Firenze ha avuto certamente un peso importante per l’artista, che ha ritratto con la maschera anche personaggi come Leonardo da Vinci, il putto di Raffaello, la Venere di Botticelli e il David di Michelangelo.

Blub Leonardo Da Vinci

Il suo intento è quello di rendere pubblica e accessibile tutta l’arte, facendola uscire dai musei e avvicinarla al popolo. L’opera, per Blub, deve donare qualcosa: un’emozione, un sorriso, un ricordo o un interessamento all’arte stessa.

«Con la mia arte non faccio proteste o condanne al sistema (in fondo il sistema siamo noi), io mi propongo di vedere un mondo migliore, persone migliori (come può esistere un mondo migliore senza persone migliori?). Questo vuol dire essere migliori nel proprio quotidiano fatto di piccoli gesti, pensieri, azioni. Che utilità ha il criticare o polemizzare puntando il dito all’esterno senza prima fare un lavoro su stessi? Beh… non stai cambiando certo le cose, anzi le rafforzi». 

Blub, Firenze Urban Lifestyle

Blub Vermeer Amsterdam

Share your thoughts