I nostri 5 must see della Milano Design Week 2019

Matteo Shots.it

Matteo Mario

E’ scoppiata la Milano Design Week 2019. Fuorisalone o Milano Design Week è l’evento di settore più importante al mondo che trasforma la città in un insieme di installazioni, mostre, brand experience in cui le aziende di design, lifestyle e tecnologia arrivano nella città meneghina per mostrare a tutti le loro creazioni. Ma quali sono le prime cose da vedere in questa Milano Design Week? Se, per l’imbarazzo della scelta, non sapete da dove cominciare, ecco i nostri 5 must see selezionati in questo tripudio milanese che terminerà il prossimo 14 aprile.

In tutto questo c’è innanzitutto da fare una premessa: la Milano Design Week 2019 celebra i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, e molte istallazioni sono dedicate alla sua figura e alle sue geniali creazioni.

Ma torniamo ai nostri must see:

L’Ora Dannata di Carlos Amorales

Installazione di Carlos Amorales "L'Ora Dannata" alla Milano Design Week 2019

Per la Fondazione Adolfo Pini, l’artista messicano Carlos Amorales ha concepito una mostra incentrata su due progetti, ovvero Black Clouds e Life in the folds. Con il primo, uno sciame di migliaia di farfalle nere invade gli ambienti della Fondazione già a partire dallo scalone d’ingresso. Con il secondo, invece, si mette in scena il tema della violenza dell’uomo sull’uomo. Una violenza che vive nel profondo e che può esplodere da un momento all’altro.

Pleasure and Treasure di Advantage Austria

Installazione di Advantage Austria "Pleasure and Treasure" alla Milano Design Week 2019

Nella Sala Reale della Stazione Centrale di Milano (in quella che era la Sala d’Attesa dei Reali di Savoia) i visitatori cammineranno in una piscina di piccole palline in polistirene 100% riciclato, riutilizzabile e antistatico. Mobili e prodotti da interno di oltre 40 espositori tra designer austriaci e aziende produttrici verranno presentati al pubblico con questa creativa modalità esplorativa. Presentato da Advantage Austria.

Home Sweet Home di Angela Missoni e Alessandra Roveda

Installazione di Alessandra Roveda e Angela Missoni "Home Sweet Home" alla Milano Design Week 2019

Allo showroom Missoni di via Solferino 9, Angela Missoni e Alessandra Roveda concepiscono un progetto totalizzante, ovvero un magico fiabesco interior ricoperto in ogni sua parte di maglia variopinta. Il contributo di Alessandra Roveda ridisegna e reinventa lo spazio, così come la consistenza e la concezione degli elementi d’arredo, trasformando l’habitat in un’esperienza avvolgente che assegna alla maglia il ruolo di assoluta protagonista.

Conifera di Cosstore e Arthur Mamou-Mani

Installazione di Cos e Mamou Mani "Conifera" alla Milano Design Week 2019

A Palazzo Isimbardi, la fashion house Cos presenta (in collaborazione con l’architetto francese Arthur Mamou-Mani) un’installazione interamente realizzata con stampa 3D e composta da materiali rinnovabili. Uno sguardo al futuro mostrando ciò che è possibile unendo materiali rinnovabili e progressi tecnologici moderni che traggono ispirazione dalla natura.

Il palazzo di Alex Chinneck che si apre come una cerniera

Installazione di Alex Chinnuck per Iqos World alla Milano Design Week 2019

L’artista britannico Alex Chinneck, è stato reclutato dal brand smoke-free del colosso Phillip Morris. Per l’occasione, l’artista famoso per i suoi interventi surreali sul paesaggio urbano, ha “zippato” un edificio all’interno dell’Opificio 31, in zona Tortona a Milano.

Se vuoi saperne di più in merito al Fuori Salone, consulta il sito ufficiale.

In un articolo precedente abbiamo parlato dei futuri trend del design. Interessato? Non esitare, leggi qui!

Share your thoughts